The Empire Wants You: intervista a Stefano Girardi, regista del fan film di Star Wars

Stefano Girardi, regista e autore, ha realizzato di recente diversi corti interamente in 3D. Tra questi, l’ultimo è The Empire Wants You, un fan film dedicato alla saga di Star Wars, a cui il team di WondAR Studios ha collaborato realizzando tutte le animazioni in Motion Capture. 

Stefano Girardi ci ha raccontato cosa significa realizzare un progetto di questo tipo.

Come nasce il progetto del fan film di Star Wars?

Stefano Girardi Wondar Studios The Empire Wants You Star Wars progetto

Il progetto di questo Fan Film su Star Wars nasce principalmente da tre motivazioni.

Prima di tutto dalla mia passione per la saga e dal desiderio di contribuire all’espansione di questo universo narrativo.

In secondo luogo da un sfida professionale perché volevo mettere a frutto, oltre alle mie capacità di autore e regista, alcune competenze di 3D, compositing e animazione sviluppate in questi ultimi anni.

Ultima, ma non per questo meno importante, era l’esigenza di lanciare un messaggio di pace, visto i tempi oscuri che stiamo vivendo con la guerra in Ucraina.

Per The Empire Wants You ho pensato quindi alla storia di uno Storm Trooper entrato da poco nella Legione a seguito di una campagna di arruolamento fatta da Darth Vader in persona. Una serie di promesse e di buone intenzioni che si sciolgono presto come neve al Sole, specialmente per quanto riguarda il portare pace ed equilibrio in tutta la Galassia.

Quali software hai usato per The Empire Wants You?

Stefano Girardi Wondar Studios The Empire Wants You Star Wars software

Per realizzare il cortometraggio in CGI (Computer Generated Imagery) The Empire Wants You ho usato principalmente Unreal Engine 5 e, a corollario, Blender 3.0, iClone 8, Character Creator 4, After Effects, Replica Studios.

UE5 è un software spettacolare che permette di realizzare ambienti 3D iper realistici grazie ad un’infinita library di elementi 3D (Quixel Megascans) e, soprattutto, ad un sistema di illuminazione (Lumen Global Illumination and Reflections) che simula in tempo reale il comportamento fisico della luce.

Per questo tutti gli ambienti e le sequenze di ripresa virtuale per The Empire Wants You sono state create all’interno di questo programma. Blender e CC4 sono stati utilizzati per la customizzazione di tutti i personaggi, iClone 8 per la pulizia delle animazioni realizzate in motion capture, After Effects per il compositing di alcune scene con molti livelli di effetti e, infine, Replica Studios per dare vita alle voci. Infatti questo software lavora con un’intelligenza artificiale (A.I.) che permette di trasformare un semplice testo in una frase recitata.

Perché hai implementato il Motion Capture?

Stefano Girardi Wondar Studios The Empire Wants You Star Wars motion capture

Animare in modo credibile e naturale un personaggio è la chiave per la buona riuscita di un cortometraggio in CGI, perché alla fine sono i personaggi e i loro comportamenti che portano lo spettatore dentro la storia. Un’animazione artificiosa e innaturale viceversa lo allontanerebbe privandolo di una fruizione emotiva della vicenda. Per questo l’animazione è una fase molto importante e richiede molto tempo di lavoro per essere fatta bene. La Motion Capture permette di rendere questo processo molto più veloce consentendo di apportare diverse modifiche in corso d’opera.

Come ti sei trovato con Xsens e WondAR Studios?

Stefano Girardi Wondar Studios The Empire Wants You Star Wars xsens

Grazie alla Xsens suit di WondAR Studios ho realizzato, oltre a questo Fan Film, un altro cortometraggio (Plan-E.T.) e in entrambi i casi il risultato è stato al di sopra delle mie aspettative.

Creare le animazioni con loro è stato facile e veloce. La tuta è molto più semplice da gestire rispetto ad altri sistemi di motion capture. Ha il vantaggio di avere dei sensori giroscopici che trasmettono i movimenti della tuta senza la necessità di avere a disposizione un set predisposto per la cattura dei movimenti tramite telecamere (sistema ottico).

Infatti se nel caso del primo corto abbiamo fatto le registrazioni tutti in presenza in un teatro di posa, nell’ultimo lavoro le abbiamo registrate in remoto durante una call. In meno di un’ora avevo tutte le mie animazioni e non ero neanche uscito di casa. Un grande vantaggio dovuto esclusivamente alle caratteristiche tecnologiche di questa tuta che può essere utilizzata ovunque, dai grandi spazi all’aperto a piccoli spazi chiusi.

Hai dovuto ripulire molto le animazioni?

Stefano Girardi Wondar Studios The Empire Wants You Star Wars animazioni

Le animazioni importate in iClone erano perfette nel primo lavoro poiché in quel caso avevamo realizzato un live stream tra il programma di Xsens (Muppet MVN) e iClone 7 (character finale). In questo modo sia io che l’attore che indossava la tuta vedevamo in diretta il risultato finale e lo correggevamo seduta stante. Nel secondo corto invece abbiamo lavorato solo con l’avatar di Xsens e, una volta trasportata l’animazione sul personaggio, andavano aggiustati alcuni movimenti per rispettare gli ingombri reali del character (ad esempio casco e corazza). In ogni caso piccole correzioni che mi hanno portato via una decina di minuti ad animazione.

Come è stato il passaggio da UE4 a UE5, e quali sono le differenze fondamentali?

Stefano Girardi Wondar Studios The Empire Wants You Star Wars UE4 UE5

Il passaggio da una versione all’altra del software non è stato traumatico nonostante tra un sistema e l’altro i cambiamenti siano parecchi e, da un punto di vista tecnologico, una vera e propria rivoluzione. Specialmente, come dicevo in precedenza, per quanto riguarda l’illuminazione dinamica grazie al sistema Lumen e Nanite. In ogni caso, facendo un paragone, è come passare da una buona utilitaria ad una macchina sportiva. La “meccanica” che sta dietro è completamente diversa, ma per guidarla servono sempre le stesse interfacce.

Quali differenze hai trovato tra iClone 7 e iClone 8?

Stefano Girardi Wondar Studios The Empire Wants You Star Wars iClone 7 8

Stesso discorso vale per l’upgrade tra iClone 7 e 8. Le funzioni di animazione sono state implementate senza stravolgere il metodo e la filosofia del software precedente. Anzi tutte le funzioni sono state semplificate per rendere il lavoro di animazione alla portata di un pubblico sempre più ampio.

Hai avuto difficoltà a reperire gli asset 3D di Star Wars? Cosa hai costruito da zero?

Stefano Girardi Wondar Studios The Empire Wants You Star Wars asset 3D

Reperire asset 3D di Star Wars per The Empire Wants You è stato molto semplice perché essendo un fenomeno di massa ha portato molti artisti 3D a creare numerosi elementi che vanno dai character ai props, passando per oggetti e mezzi spaziali.

Tutti i personaggi, props e astronavi sono stati presi da Sketchfab, io li ho poi resi animabili creando loro uno scheletro (Rig) con Character Creator 4 . Alcuni oggetti e strutture sono state modellate e/o customizzate con Blender per poi essere assemblate dentro UE5.

Infine, gli ambienti di The Empire Wants You sono stati costruiti da zero con i diversi strumenti di Unreal e con l’utilizzo delle library di Quixel Megascans.

Quanto tempo hai lavorato a questo progetto? Ci racconti un po’ di backstage?

Stefano Girardi Wondar Studios The Empire Wants You Star Wars backstage

Il progetto The Empire Wants You, che per sua natura No Profit non poteva impegnarmi nelle ore di lavoro, è stato ideato, sviluppato e realizzato in un arco di tempo di circa 3 mesi.

Racconti di backstage non ce ne sono! Purtroppo, rispetto alle situazioni divertenti che si possono creare su un set in un prodotto di Live Action, il lavoro in CGI risulta essere meno elettrizzante avendo a che fare solo con un computer per tutta la lavorazione.

Forse in futuro, con le nuove macchine munite di intelligenza artificiale, ci potremo aspettare degli aneddoti divertenti da condividere.

Quale è stata la parte più complessa di tutta la costruzione del film?

Stefano Girardi Wondar Studios The Empire Wants You Star Wars film

Alla fine come in tutti i film, in The Empire Wants You la cosa più difficile è stata quella di trovare la mia storia e, soprattutto, capire con che tono di voce raccontarla.

Invece da un punto di vista prettamente tecnico la cosa più dura (non la più complessa) è stato tutto il lavoro più ripetitivo legato alla finalizzazione del video. A me piace sempre di più la parte creativa, non sono di natura un super preciso e, per fare questo lavoro 3D, mi sono dovuto forzare molto.

Hai già delle idee future su prossimi film? Stai lavorando su altri progetti?

Stefano Girardi Wondar Studios The Empire Wants You Star Wars futuro

Idee ne ho molte, tra queste sicuramente una web serie per portare avanti il filone Star Wars con un taglio ancora più comedy e, dall’altra parte, qualcosa con toni più drammatici. In ogni caso il passaggio ulteriore è un film con personaggi da animare anche a livello delle espressioni facciali per spingere ulteriormente sull’aspetto emotivo della narrazione.

Do you want to use motion capture for your business too?

Contattaci per sapere di più sui nostri servizi di noleggio tute XSens in tutta Italia o per avviare una nuova produzione in motion capture con noi

Give us your email

and you will be among the first to test our App!

Grazie! Verrai contattato non appena l'app sarà disponibile!

Give us your email

and you will be among the first to discover our marketplace!

 

Grazie! Verrai contattato non appena il marketplace sarà disponibile!

Share This